Legge Bilancio – sgravi contributivi strutturali per assunzioni giovani

Incentivi assunzioniSgravio del 50% per i primi tre anni di contratto in caso di assunzione di un giovane. Esonero contributivo totale per chi assume studenti, apprendistati o al Sud.  

Via libera del CdM alla Legge di Bilancio 2018

Speciale Legge di Bilancio

Tra le principali misure della legge di Bilancio 2018, approdata questa settimana in Senato, ci sono gli sgravi contributivi per le nuove assunzioni, un incentivo strutturale che da gennaio 2018 mirerà a promuovere l'occupazione dei giovani in modo stabile, evitando l'effetto “mordi e fuggi”.  

Sgravi permanenti per chi assume giovani

In base alla manovra, i datori di lavoro privati che, a decorrere dal 1° gennaio 2018, assumono giovani lavoratori con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti hanno diritto, per un periodo massimo di 36 mesi, all’esonero dal versamento del 50% dei contributi previdenziali a loro carico, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, nel limite massimo di 3mila euro all'anno.

Il target delle assunzioni saranno per il solo 2018 gli under 35, mentre a partire dal 2019 lo sgravio del 50% spetterà solo ai datori di lavoro che assumano giovani fino a 29 anni.

L'agevolazione si applica, per un periodo massimo di dodici mesi ed entro il limite massimo di 3mila euro annui, anche nei casi di prosecuzione di un contratto di apprendistato in rapporto a tempo indeterminato o di conversione di un contratto a termine in lavoro stabile.

Sono esclusi dall’esonero contributivo i datori di lavoro che, nei sei mesi precedenti l’assunzione, abbiano proceduto a licenziamenti individuali o licenziamenti collettivi nella stessa unità produttiva.

PON IOG - Guida all'Incentivo Occupazione Giovani

Decontribuzione totale per studenti, apprendisti e assunzioni al Sud

Per alcune categorie di lavoratori lo sgravio triennale del 50% salirà al 100%, sempre entro il limite annuo di 3mila euro.

Il primo caso riguarda i datori di lavoro che assumano con contratto a tutele crescenti, entro un periodo massimo di sei mesi dall'acquisizione del titolo, studenti che abbiano svolto almeno il 30% delle ore di alternanza scuola-lavoro previste oppure periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore, il certificato di specializzazione tecnica superiore o in alta formazione.

La seconda strada di accesso agli sgravi del 100% si riferisce alle assunzioni di disoccupati residenti nelle Regioni del Mezzogiorno - Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna - e rappresenta un potenziamento dell'attuale Incentivo Occupazione Sud gestito dall'ANPAL a valere sui fondi europei. L'esonero contributivo totale si applicherà solo nel primo anno di applicazione, il 2018, mentre dal successivo si tornerà allo sgravio strutturale del 50%.

Sgravi contributivi per giovani agricoltori

Per stimolare l'imprenditoria giovanile in agricoltura, la legge di bilancio riconosce inoltre ai coltivatori diretti e agli imprenditori agricoli professionali con età inferiore a 40 anni, che si iscrivano per la prima volta nella previdenza agricola tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018, l’esonero dal versamento del 100 per cento dell’accredito contributivo presso l’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti per un periodo massimo di 36 mesi.

Trascorso questo periodo, l'esonero scende al 66% per i 12 mesi successivi e si applica infine al 50% per ulteriori 12 mesi.

Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020

Photo credit: Northern Ireland Executive

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.