Lombardia: Garanzia Giovani fase II - POR FSE 2014-2020

Data apertura
31 Gen 2019
Data chiusura
30 Giu 2021
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 60.158.685
Soggetto gestore
Regione Lombardia

Descrizione

Avviso per i giovani disoccupati di età compresa fra i 16 e i 29 anni che non frequentano un percorso di istruzione o formazione, nell'ambito della Garanzia Giovani fase II in Lombardia, a valere sul POR FSE 2014-2020.

Con Dduo n. 1038 del 29 gennaio 2019, pubblicata sul Bur n. 6 del 6 febbraio 2019, è stata posticipata l'apertura del sistema informativo per la presentazione delle domande al 31 gennaio 2019, ore 12:00.

L'Avviso ha l’obiettivo di garantire che tutti i giovani di età inferiore a 30 anni ricevano un'offerta qualitativamente valida di lavoro o tirocinio entro un periodo di quattro mesi dall'inizio della disoccupazione o dall'uscita dal sistema d'istruzione formale.

Sono destinatari delle misure e dei percorsi di Garanzia Giovani, i giovani NEET (Not in Education, Employment or Training) che possiedono, pena l’esclusione, i seguenti requisiti:

  • 1. età compresa tra i 16 e i 29 anni (fino al compimento dei 30 anni), al momento della registrazione al portale nazionale;
  • 2. essere residente nelle Regioni italiane, ammissibili all’Iniziativa per l’Occupazione Giovanile (IOG), e nella Provincia Autonoma di Trento;
  • 3. essere disoccupato ai sensi dell’articolo 19 del decreto legislativo n. 150 del 14 settembre 2015 e successive modifiche e integrazioni;
  • 4. non frequentare un regolare corso di studi (secondari superiori, terziari non universitari o universitari);
  • 5. non essere inserito in alcun corso di formazione, compresi quelli di aggiornamento per l’esercizio della professione o per il mantenimento dell’iscrizione ad un Albo o Ordine professionale;
  • 6. non essere inserito in percorsi di tirocinio extracurriculare, in quanto misura formativa;
  • 7. non avere in corso di svolgimento il servizio civile;
  • 8. non avere in corso di svolgimento interventi di politiche attive.

L'avviso prevede diversi servizi:

  • Il servizio 1-A “Accoglienza e informazioni sul programma” è finalizzato a informare il giovane sulle opportunità e i servizi del Programma IOG attivi in Lombardia.
  • Il servizio 1-B “Accesso alla garanzia (presa in carico, colloquio individuale e profiling, consulenza orientativa)” è finalizzato alla profilazione del giovane e all’elaborazione del Patto di servizio.
  • Il servizio 1-C “Orientamento specialistico o di II livello” è finalizzato all’individuazione delle competenze possedute dal destinatario e alla costruzione di un progetto di sviluppo personale e professionale. Nello specifico l’attività di “Colloquio invididuale” (cod. A06), nella misura minima di 1 h fino ad una massima di 2 h, è contestuale alla definizione del Piano di Intervento Personalizzato e alla richiesta di dote. Pertanto, nello stesso giorno in cui viene effettuata la richiesta di dote, l’operatore è tenuto a realizzare almeno 1 h (fino a max. 2h) di tale attività, allo scopo di perfezionare la declinazione degli obiettivi da raggiungere attraverso i servizi inclusi nel PIP.
  • Il servizio 2-A “Formazione mirata all’inserimento lavorativo” è finalizzato a fornire le competenze necessarie a facilitare l’inserimento lavorativo e prevede l’erogazione da parte dell’operatore di corsi di formazione permanente, individuali/individualizzati, a partire dall’offerta formativa presentata per l’iniziativa. Per formazione individuale/individualizzata si intendono corsi rivolti ad un numero massimo di 3 partecipanti.
  • Il servizio 3 è finalizzato all’attivazione del giovane, potenziandone la proattività e la capacità di autopromozione sul mercato del lavoro. L’attivazione deve condurre come esito ad un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, determinato, in somministrazione o in apprendistato.
  • Il servizio 5 è finalizzato all’attivazione di un rapporto di tirocinio extracurriculare, quale opportunità formativa on the job. Il riconoscimento economico del servizio è subordinato alla condizione che una parte del tirocinio, pari ad almeno 91 giorni, sia realizzata nell’ambito della dote. La durata massima realizzabile nella dote è di 180 giorni, elevabile a 360 giorni per persone disabili, ai sensi della L.n. 68/99, e svantaggiate, ai sensi della L.n. 381/91. È fatta salva la possibilità di attivare tirocini di durata superiore, in conformità agli Indirizzi regionali in materia di tirocini, di cui alla D.G.R. n. X/7763 del 17/01/2018 e al D.D.S. n. 6286 del 07/05/2018, che disciplinano le regole e le modalità di svolgimento dei tirocini in Lombardia.

Le spese e i servizi ammissibili sono definiti all’interno del paniere dei servizi e sono diversificati in funzione del bisogno del giovane. Nello specifico i servizi possono essere combinati in modo flessibile, nel rispetto dei criteri indicati: 

  • Il percorso deve prevedere obbligatoriamente una misura correlata ad un risultato di inserimento lavorativo o di tirocinio: 3 o 5; 
  • La misura 1-C (min. 1 h) è obbligatoria;
  • La misura 2-A è erogabile solo qualora il PIP preveda la misura 3; Pertanto, le combinazioni possibili risultano 2:
    - di inserimento lavorativo con soli servizi al lavoro: 1-C + 5/3 o 5+3;
    - di inserimento lavorativo con servizio di formazione pre-assunzione e servizi al lavoro: 1-C + 2-A + 3 o 5+3;

Budget: 60.158.685 euro.

Beneficiari e Finalitá

Beneficiari
Privato
Dimensione Beneficiari
Non Applicabile
Settore
Sociale - No Profit - Altro
Finalita'
Formazione, Sociale - Cooperazione
Ubicazione Investimento
Regione:
  • Lombardia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo

La persona ha a disposizione una Dote, ossia uno specifico budget che verrà riconosciuto all’operatore per il rimborso dei costi sostenuti per l’erogazione di servizi funzionali alle proprie esigenze di occupazione e/o qualificazione.

I costi connessi al servizio, per ogni persona, sono calcolati ai sensi delle tabelle standard dei costi unitari definiti dal Regolamento Delegato (UE) n. 2017/2016 del 29 agosto 2017 e rimborsati in tutto o in parte attraverso contributo a condizione della presentazione del rendiconto.

Nello specifico, ai fini della profilazione, l’operatore registra nel sistema informativo regionale SIUL le caratteristiche del destinatario (età, genere, titolo di studio, durata della presenza in Italia,  condizione occupazionale un anno prima) necessarie per il profiling, ottenendo in automatico in esito la fascia di intensità di aiuto corrispondente alla persona: 

  • “Bassa”: persone che richiedono un supporto orientativo di base per ricollocarsi nel mercato del lavoro in autonomia; 
  • “Medio-bassa”: persone che necessitano di un supporto maggiore che li renda più autonomi nella ricerca di un impiego o li supporti nel trovare un rapporto di lavoro più duraturo; 
  • “Medio-alta”: persone che necessitano di un supporto intensivo per la ricerca di un impiego; 
  • “Alta”: persone che necessitano di un supporto intensivo per entrare/rientrare nel mercato del lavoro dopo un lungo periodo di disoccupazione.

Tempistica investimento

I giovani potranno aderire al Programma sul portale ANPAL e scegliere la Lombardia come Regione di attuazione a partire dall'8 gennaio 2019, ore 12.00.

La presentazione delle domande decorre dal 22 gennaio 2019, ore 12.00, e termina, salvo proroghe, il 30 giugno 2021 alle ore 17.00.

__________

Con Dduo n. 1038 del 29 gennaio 2019, pubblicata sul Bur n. 6 del 6 febbraio 2019, è stata posticipata l'apertura del sistema informativo per la presentazione delle domande al 31 gennaio 2019, ore 12:00.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.