Giovani - ok al regolamento del Corpo europeo di solidarieta'

Corpo europeo solidarietàAggiornato l'11 luglio 2018. La commissione Cultura del Parlamento europeo ha approvato l'accordo informale raggiunto a fine giugno con il Coreper sulla definizione del quadro normativo del Corpo europeo di solidarietà, con un budget di 376,5 milioni di euro per il periodo 2018-2020.

Bilancio UE post 2020: finanziamenti per Corpo europeo di solidarieta' 

Con l'approvazione da parte della commissione Cultura (CULT) del Parlamento europeo dell'intesa raggiunta a fine giugno tra gli eurodeputati e il Comitato dei rappresentanti permanenti del Consiglio (Coreper) si è compiuto un ulteriore passo in avanti per definire il regolamento del Corpo europeo di solidarietà, lanciato alla fine del 2016 dalla Commissione UE per promuovere il volontariato tra i giovani.

Fondi europei – Parlamento UE, risorse adeguate per Corpo solidarieta'

Corpo europeo di solidarietà

Il Corpo europeo di solidarietà è un'iniziativa della Commissione europea volta ad incrementare la partecipazione dei giovani europei ad attività di volontariato nel proprio Paese o in un altro Stato membro, nell'ambito di progetti destinati a sostenere le comunità o le popolazioni in difficoltà dell'Europa.

Dal 2016 sono stati attivati 8 programmi del Corpo per offrire ai cittadini europei più giovani opportunità di volontariato, tirocinio e lavoro nei settori vicini al tema della solidarietà. Circa 60mila ragazzi e ragazze si sono registrati ai vari programmi, e circa 5mila hanno iniziato un progetto.

Aggiornamento: verso il regolamento UE

Nell'accordo informale di fine giugno sul regolamento del Corpo europeo di solidarietà, gli eurodeputati e il Coreper hanno proposto di destinare 376,5 milioni di euro all'iniziativa per il periodo 2018-2020; la maggior parte delle risorse andrà ai progetti di volontariato e solidarietà (90%), cui si aggiungeranno le opportunità di lavoro e tirocinio (10%).

I giovani potranno svolgere le attività di solidarietà sia nel paese di residenza che all'estero, per un periodo da 3 a 12 mesi.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate tramite il portale web del Corpo e sarà posta particolare enfasi sulla partecipazione e sull'inclusione dei giovani più svantaggiati.

Il testo del regolamento, approvato l'11 luglio dalla commissione CULT dell'Europarlamento, passa ora al voto in plenaria; le votazioni si svolgeranno probabilmente a settembre.

Giovani - Ue rafforza istruzione e Corpo europeo solidarieta'

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.