Gara 5G: banda 700 FDD a Vodafone, Telecom e Iliad

Asta 5GAggiornato il 25 settembre 2018 Proseguono i miglioramenti competitivi nell'ambito della gara di assegnazione delle frequenze per il 5G. Vodafone e Telecom si sono aggiudicati i lotti generici della banda 700 FDD, in aggiunta al blocco riservato già aggiudicato a Iliad, in qualità di nuovo entrante, per un totale di oltre due miliardi di euro.

Gara 5G: cinque offerte per un totale di 2,5 miliardi di euro

L'ottava giornata della fase dei miglioramenti competitivi per la procedura di assegnazione delle frequenze per il 5G si è conclusa lunedì 24 settembre alle ore 19:00 con un ammontare totale delle offerte vincenti pari a 4.740.642.258 euro, ben oltre l’introito della precedente gara multibanda del 2011, che si era conclusa con un ammontare pari a 3.945.295.100 euro.

Ad aggiudicarsi i blocchi per la banda 700FDD sono stati Vodafone, Telecom Italia e Iliad Italia per un ammontare complessivo di 2.039.909.188 euro. Molto vivace, si legge in una nota del MISE, la competizione sulla banda 3700 MHz, che ha raggiunto un ammontare complessivo di 2.537.040.000 euro.

La gara 5G

La procedura di gara per l'assegnazione dei diritti d'uso di frequenze radioelettriche da destinare a servizi di comunicazione elettronica in larga banda mobili terrestri bidirezionali nelle bande 694-790 MHz, 3600-3800 MHz e 26.5-27.5 Ghz era stata lanciata a luglio in attuazione di quanto previsto dalla legge di Bilancio 2018 per favorire la transizione alla nuova tecnologia 5G.

Nello specifico sono stati messi all'asta diritti d'uso nelle bande di frequenza:

  • 700 MHz FDD: 1 lotto riservato di frequenze FDD composto da due blocchi di frequenza ciascuno di ampiezza pari a 5 MHz in spettro accoppiato (denominati A1+A2), assegnabile su base nazionale per nuovi entranti e per il soggetto individuato dalla Commissione europea quale remedy taker, nell'ambito della decisione relativa all'operazione di concentrazione M.7758;
  • 700 MHz FDD: fino a 4 lotti di frequenze FDD, ciascuno di ampiezza pari a 5 MHz in spettro, accoppiato, assegnabili su base nazionale, denominati da A3 a A6;
  • 700 MHz SDL: fino a 3 lotti di frequenze, ciascuno di ampiezza pari a 5 MHz, assegnabili su base nazionale, denominati da B1 a B3;
  • 3600-3800 MHz: fino a 4 lotti denominati lotti C1, C2, C3 e C4; il lotto C1, che è proposto come lotto specifico ed è posto nella parte alta della gamma, e il lotto C2 sono composti da 80 MHz nominali ciascuno, mentre i lotti C3 e C4 sono composti da 20 MHz nominali ciascuno;
  • 26 GHz: fino a 5 lotti di frequenze, composti da 200 MHz nominali ciascuno, denominati da D1 a D5.

5G - al via bando di gara per assegnazione frequenze

Le offerte iniziali

Alla scadenza del 10 settembre sono pervenute offerte da parte di Iliad Italia S.p.A., Fastweb S.p.A., Wind 3 S.p.A., Vodafone S.p.A. e Telecom Italia S.p.A, per un ammontare totale di 2.481.002.804 euro.

Queste, in dettaglio, le offerte iniziali:

  • 700 MHz blocco riservato Iliad Italia € 676.472.792
  • 700 MHz blocco generico Vodafone € 345.000.000
  • 700 MHz blocco generico Telecom Italia € 340.100.000
  • 700 MHz blocco generico Telecom Italia € 340.100.000
  • 700 MHz blocco generico Vodafone € 338.236.396
  • 3700 MHz blocco generico (80 MHz) Telecom Italia € 238.040.000
  • 3700 MHz blocco generico (20 MHz) Iliad Italia € 39.674.011
  • 26 GHz blocco generico Telecom Italia € 33.020.000
  • 26 GHz blocco generico Fastweb € 32.600.000
  • 26 GHz blocco generico Iliad Italia € 32.586.535
  • 26 GHz blocco generico Wind Tre € 32.586.535
  • 26 GHz blocco generico Vodafone € 32.586.535

L'esito delle sedute di rilanci competitivi

Dal momento che la sola Iliad Italia S.p.A., in qualità di remedy taker come definito dalla delibera 231/18/CONS dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ha presentato offerta per il lotto riservato in banda 700 Mhz, per un importo pari a 676.472.792 euro, la procedura di gara per questo lotto si è conclusa con l'aggiudicazione del blocco di frequenze alla società.

Dopo la sesta tornata di rilanci, la procedura di gara per la banda 700 FDD per i blocchi generici, cui hanno partecipato Iliad Italia, Vodafone, Telecom Italia, Fastweb e Wind Tre, si è chiusa con l'aggiudicazione da parte di Vodafone e Telecom, per un introito totale di 1.363.436.396 euro. A questi si aggiungono gli oltre 676 milioni del blocco riservato, per un totale di 2.039.909.188 euro, con un incremento di 345.409.454 euro rispetto alle offerte iniziali.

Risulta aperta la procedura per l’assegnazione della banda 700 SDL, per cui non risultano ancora offerte.

In corso la competizione sulla banda 3700 MHz, con offerte per un ammontare complessivo di 2.537.040.000 euro, e sui lotti per le frequenze da 26 GHz.

Una nuova seduta per la fase in corso è prevista per oggi, 25 settembre.

Banda ultralarga - 100 milioni per servizi di nuova generazione

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.