MISE-Invitalia: bandi di gara per RSI nelle cooperative

Studi fattibilità cooperative - Photo by rawpixel.com from PexelsAl via la quarta tornata di bandi di gara Invitalia nell'ambito del Programma di promozione e sviluppo del movimento cooperativo del Ministero dello Sviluppo economico.

Cooperative – MISE punta su progetti di frontiera e innovazione

C'è tempo fino al 14 gennaio 2019 per partecipare ai nuovi bandi di gara Invitalia per lo sviluppo e l'innovazione delle cooperative. Tema della quarta tranche di avvisi è la responsabilità sociale d’impresa, da esplorare tramite studi di fattibilità relativi a nuovi modelli di governance, trasparenza della filiera e coinvolgimento della cittadinanza.

Il Programma MISE per lo sviluppo delle cooperative

Il Programma di promozione e sviluppo del movimento cooperativo finanzia studi di fattibilità per accompagnare le cooperative in percorsi di innovazione e di crescita, indicando gli ambiti produttivi con le maggiore potenzialità.

L’obiettivo delle gare è ottenere modelli innovativi di nascita e sviluppo di imprese cooperative, anche attraverso l’ingresso in nuovi spazi di mercato e nuove forme di creazione di valore, grazie ad azioni di sistema e di integrazione tra cooperative in sistemi e filiere produttive.

Partito alla fine del 2015 con il lancio delle prime otto gare da parte di Invitalia, finora il Programma ha permesso la realizzazione di 17 studi di fattibilità, di cui cinque in fase di conclusione, con uno stanziamento di circa un milione e 136mila euro assegnati alle cooperative che si sono aggiudicate le gare.

Industria 4.0 - gare d'appalto per studi fattibilita' cooperative

Le gare Invitalia

La prima gara, del valore di 60mila euro, è diretta alla realizzazione di uno studio di fattibilità nell’ambito della responsabilità sociale d’impresa finalizzato all’identificazione di nuovi modelli organizzativi e di governance cooperativa, come contributo al raggiungimento degli obiettivi di Sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030. Lo studio dovrà concentrarsi su metodologie di partecipazione attiva dei soci cooperatori al modello di business, sistemi di gestione trasparenti, innovazione organizzativa, sviluppo delle competenze specialistiche e crescita professionale, anche attraverso modalità formative che abilitino i soci e i lavoratori e aumentino la partecipazione consapevole.

Il secondo avviso, sempre con importo a base d'asta pari a 60mila euro, riguarda la realizzazione di uno studio di fattibilità finalizzato alla tracciabilità, alla trasparenza e alla distribuzione di valore nell’ambito di una filiera cooperativa. Lo studio potrà concentrarsi, ad esempio, sulla tracciabilità di prodotti e servizi attraverso l’utilizzo della blockchain o su modelli sostenibili di produzione e consumo.

L'ultimo studio dovrà riguardare l'identificazione e l'utilizzo di metodologie di coinvolgimento attivo della cittadinanza al fine di disegnare e realizzare modelli di rigenerazione urbana inclusivi e sostenibili attraverso la partecipazione degli attori socio-economici di una comunità cittadina. La gara, con importo a base d'asta fissato a 80mila euro, ammette modelli di rigenerazione urbana relativi alla tutela e al riuso di patrimoni immobiliari, culturali, ambientali, prevedendo metodi consolidati di stakeholders engagement nell’intero ciclo di progettazione e gestione partecipata e integrata del progetto.

Alle gare possono partecipare solo le società cooperative e i raggruppamenti e consorzi di società cooperative, ma agli studi di fattibilità possono contribuire anche aziende profit, startup innovative o istituti finanziari attraverso partenariati collaborativi strutturati.

La presentazione delle offerte da parte degli operatori economici dovrà avvenire per tutti e tre i bandi entro le ore 12.00 del 14 gennaio 2019. Gli studi dovranno essere consegnati entro 6 mesi dalla firma del contratto.

Nuovi modelli organizzativi e di governance cooperativa

Tracciabilità, trasparenza e distribuzione di valore nell’ambito di una filiera cooperativa

Coinvolgimento attivo della cittadinanza per l’urbanizzazione inclusiva e sostenibile

Photo by rawpixel.com from Pexels

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.