Tax credit cinema – ecco le nuove scadenze

Tax credit cinemaAl via le domande di accesso al credito di imposta per il potenziamento dell'offerta cinematografica. Proroga per tax credit produzione, credito di imposta per le sale cinematografiche, contributi selettivi e per le attività di promozione. Ok anche al decreto sull'idoneità provvisoria.

Fondo Cinema – le risorse 2018 per tax credit e contributi

La Direzione Cinema del Ministero dei Beni culturali ha messo a disposizione la modulistica per la presentazione delle domande relative al credito di imposta per il potenziamento dell’offerta cinematografica, il cosiddetto tax credit programmazione.

Prorogati, inoltre, i termini per il tax credit produzione, per il credito di imposta per le sale cinematografiche e per i contributi selettivi e per le attività di promozione.

In relazione al credito di imposta per le imprese di produzione, il Mibact ha approvato anche la procedura per la richiesta dell'idoneità provvisoria, necessaria per l'accesso ai finanziamenti di altri enti pubblici.

Legge Cinema e audiovisivo – nuovo Fondo per tax credit e contributi

I tax credit nella legge Cinema

La legge n. 220 del 2016 ha introdotto un nuovo Fondo per il cinema e l'audiovisivo da 400 milioni di euro l'anno per il finanziamento di tutti gli strumenti finanziari a sostegno del settore, dagli incentivi fiscali in forma di credito d'imposta ai contributi automatici, dalle agevolazioni per la promozione cinematografica e audiovisiva al Piano per il potenziamento delle sale.

Con decreto del 15 marzo 2018 il Ministero dei Beni e delle attività culturali ha approvato la ripartizione delle risorse del Fondo per l'annualità 2018, assegnando circa 227 milioni di euro, sui 400 disponibili, al sistema dei tax credit, di cui:

  • 122 milioni e 490mila euro per il credito di imposta produzione,
  • 11 milioni di euro per il credito di imposta distribuzione;
  • 32,5 milioni di euro per il credito di imposta per l'esercizio cinematografico, per le industrie tecniche e di postproduzione,
  • 26 milioni di euro per il credito di imposta agli esercenti sale cinematografiche per il potenziamento dell’offerta cinematografica;
  • 25 milioni di euro euro per il credito di imposta investimenti cinematografici e audiovisivi;
  • 10 milioni di euro per il credito di imposta per le imprese non appartenenti al settore cinematografico e audiovisivo.

Con ulteriori decreti, sempre datati 15 marzo, il Mibact ha approvato le disposizioni applicative del tax credit produzione e degli altri crediti di imposta, tra cui il tax credit programmazione.

Tax Credit Cinema – in Gazzetta ufficiale i decreti Mibact

Tax credit programmazione

Il credito di imposta diretto a potenziare l’offerta cinematografica e, in particolare, la presenza in sala di opere audiovisive di nazionalità italiana o di altri Paesi dell’Unione europea è concesso fino ad un massimo del 20% degli introiti, al netto dell’imposta sul valore aggiunto, derivanti dalla programmazione di film, con particolare riferimento ai film italiani ed europei, anche con caratteristiche di documentario, effettuata nelle rispettive sale cinematografiche con modalità adeguate a incrementare la fruizione da parte del pubblico.

Le domande, relative alla programmazione del mese di giugno 2018, potranno essere presentate in un primo momento fino alle ore 23.59 del 22 luglio 2018; nei mesi futuri sarà possibile in ogni caso richiedere il tax credit relativamente a tutti i mesi precedenti per cui non sia già stata presentata domanda.

Più tempo per presentare domanda

Inoltre, il Ministero ha annunciato che, data l’inagibilità della piattaforma DGCOL degli ultimi giorni, i termini per la presentazione delle domande di incentivo sono così prorogati:

  • contributi selettivi (scrittura di sceneggiature, sviluppo e pre-produzione, produzione e distribuzione nazionale): proroga alle ore 12.00 del 25 luglio 2018,
  • contributi per le attività di promozione (festival, premi, rassegne, attività delle cineteche, progetti di sviluppo della cultura cinematografica e audiovisiva): proroga alle ore 12.00 del 13 luglio 2018,
  • credito di imposta per la produzione – passaggio a nuovo regime (produzione di film, produzione di opere TV, produzione di opere WEB, produzione esecutiva di opere straniere, distribuzione nazionale): proroga alle ore 12.00 del 3 agosto 2018,
  • credito di imposta per le sale cinematografiche – progetti iniziati dal 1° gennaio 2016 (realizzazione, ripristino e aumento schermi, adeguamento strutturale): proroga alle ore 23.59 del 30 luglio 2018.

Legge Cinema – decreti attuativi su lavoro, minori e opere italiane e UE

Tax credit produzione, istanze per l’idoneità provvisoria

Con decreto del 6 luglio 2018 il Mibact ha inoltre approvato la procedura per la richiesta di idoneità provvisoria al credito di imposta per le imprese di produzione cinematografica e audiovisiva, prevista dal decreto ministeriale del 15 marzo 2018 per l'accesso ai fondi gestiti da altri enti pubblici a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

L’idoneità provvisoria, che rimane valida per sei mesi, può essere rilasciata esclusivamente in relazione ad opere cinematografiche, televisive e web di nazionalità italiana.

In base al provvedimento, le istanze devono essere firmate digitalmente e presentate mediante la piattaforma online Dgcol disponibile sul sito della direzione Cinema del Ministero, accompagnate dalla documentazione richiesta per la valutazione dell'opera, dei beneficiari, dei costi di produzione e dell'importo spettante, oltre che dall'impegno a richiedere il credito di imposta nei termini stabiliti.

> Decreto Mibact 6 luglio 2018

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.